Fatture elettroniche: novità dal 1° luglio 2019 su conservazione e consultazione

Studio Commerciale Fano – Revisori Legali e Consulenza Fiscale – Studio Riggioni > Articoli & scadenze > Fatture elettroniche: novità dal 1° luglio 2019 su conservazione e consultazione

CONSERVAZIONE / CONSULTAZIONE DELLE FATTURE ELETTRONICHE

Secondo quanto previsto dall’Agenzia nel Provvedimento 30.4.2018 e specificato dalla stessa nelle Circolari 30.4.2018, n. 8/E e 2.7.2018, n. 13/E, ai fini della conservazione delle fatture sarà disponibile un apposito accordo di servizio (tramite modalità online) in base al quale tutte le fatture elettroniche emesse / ricevute attraverso il SdI saranno “portate in conservazione” secondo i termini e le condizioni dell’accordo di servizio. Il citato servizio:

  • garantisce la conservazione per un periodo di 15 anni (salvo revoca);
  • riguarda tutti i documenti (fatture elettroniche ex art. 21 e 21-bis, DPR n. 633/72, note di variazione ex art. 26, autofatture, ecc.) e allegati, veicolati tramite il SdI (sia obbligatoriamente che facoltativamente).

La validità legale della conservazione è garantita dalla conformità del relativo sistema alle regole tecniche ex art. 71, D.Lgs. n. 82/2005 (Codice dell’amministrazione digitale). I soggetti interessati, a fronte di richiesta motivata, possono ottenere l’esibizione delle fatture conservate.

 

CONSULTAZIONE DELLE COPIE CONFORMI ALL’ORIGINALE

L’Agenzia nella Circolare n. 14/E in esame, rinviando a quanto previsto dal Provvedimento 30.4.2018, ribadisce che i soggetti passivi IVA possono consultare le copie conformi all’originale delle fatture transitate tramite SdI nell’area riservata del sito Internet dell’Agenzia, previa adesione al servizio di consultazione e acquisizione dei file.

Si rammenta che il termine a decorrere dal quale è possibile aderire a tale servizio, originariamente fissato al 3.5.2019, poi differito al 31.5.2019, è stato ulteriormente rinviato all’1.7.2019.

I file delle fatture elettroniche trasmesse al SdI sono:

  • disponibili nell’area riservata fino al 31.12. del secondo anno successivo a quello di ricezione da parte di SdI;
  • cancellati entro i 60 giorni successivi.

In caso di mancata adesione al servizio sono conservati esclusivamente i dati fattura (fino al 31.12 dell’ottavo anno successivo a quello di presentazione della dichiarazione di riferimento).